Nerd: chi erano, chi sono e come stanno conquistando la nostra società!

Nerd è un termine della lingua inglese con cui viene chiamato chi ha una certa predisposizione per la ricerca intellettuale (magari associata a un quoziente intellettivo superiore alla media), ed è al contempo tendenzialmente solitario e con una più o meno ridotta predisposizione per la socializzazione. L’aspetto esteriore dei nerd è rappresentato da un cliché ben definito: indossano vestiti niente affatto alla moda, spesso tipici di persone più in là con gli anni (come gilet o mocassini), e portano gli occhiali. A partire dagli anni novanta molte persone che si consideravano “nerd” iniziarono a sostenere che tale appellativo avesse una valenza positiva, ed iniziarono ad usarlo per connotare le persone che hanno competenze tecniche di un certo livello, tralasciando ogni implicazione riguardo alla socialità e socievolezza.

Nel pieno dello “sviluppo nerd” uscì in sala un film che avrebbe fatto parlare di se “I pirati di Silicon Valley” di Martyn Burke ovvero i “nerds” alla riscossa. Il telefilm della Tnt di Ted Turner descrive infatti come due autentici “nerds”, in competizione fra loro, finiranno per condurre una vera e propria rivoluzione tecnologica e così facendo diventaranno fra gli uomini più ricchi e potenti della terra. I due nerds in questione? Steve Jobs, fondatore della Apple, e Bill Gates, ideatore di Microsoft. La rivoluzione in questione? La nascita del personal computer. Pirates of Silicon Valey, trasmesso il 20 giugno sulle televisioni americane, è la cronaca semiseria di come i giovanissimi Jobs a Gates, nella metà degli anni Settanta, arriveranno a realizzare il sogno del pc in una corsa che culminerà nel 1984 con l’introduzione del popolare Apple Macintosh e del seguente trionfo dei sistemi operativi della Microsoft (e di questa sulla Apple).

Oggi la moda Nerd è sulla cresta dell’onda e detta legge non tantissimo nelle passerelle quanto tra le centinaia di comparse del fashion system. I brand che si sono lasciati influenzare da questa corrente sono quelli il cui target si rilega maggiormente alla fascia post-adolescenziale della società, per intenderci, ai ragazzi sulla ventina. A usufruirne, anche in età avanzata, sono in particolare gli insider della moda che vivono della superbia di quei pochi raggi che il sistema solare del proprio master irradia. Ciò che negli ultimi anni è rientrato negli scaffali di griffe come Energie, Gas e Meltin’Pot sono i prodotti in lana lavorati a maglia. Un ritorno al gusto e allo stile di ragazzi che erano considerati “sfigati”. Pertanto ritornano a gran voce i cardigan con grandi bottoni, i gilet smanicati sempre in lana e le trame scozzesi. I nerd odiano i jeans, troppo on the road per la loro cultura tutto studio e autoerotismo. Pertanto si punta su pantaloni dalle tinte scure e molto aderenti, il tutto in perfetta simmetria con la parte misantropa della cultura emo. D’obbligo le converse a tinta unita con o senza lacci e gli occhialoni così tanto inflazionati da aver finalmente convinto i nerd a passare alle lenti a contatto.

Qui sotto Riccardo Bucchioni ha disegnato questa tees intitolata ‘Know Your Nerds’ per Threadless. La trovate qui.

source: think bigchief

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...